STORIA DI AKRAGAS


La storica squadra di Agrigento viene rifondata nel luglio 2011, quando dalle ceneri dell'Agrigentina Calcio ovvero la seconda squadra cittadina, viene fondata una nuova società che assume la denominazione di Associazione Sportiva Dilettantistica Akragas Città dei Templi, e da lì per l'Akragas sarà l'anno della svolta. La nuova società, formata da diversi soci locali, ritorna quindi in campo nella stagione 2011-2012, nel girone A del campionato di Eccellenza Sicilia, perdendo il 17 giugno 2012 la finale dei playoff nazionali con la Cavese allo stadio Esseneto davanti a 5000 spettatori. Nell'estate 2012 viene nominato Silvio Alessi come presidente e nel 2013 il Gigante ottiene la promozione in Serie D nell'annata seguente, vincendo il girone di Eccellenza con Pino Rigoli in panchina.Nella stagione 2013-2014 la squadra termina in seconda posizione dietro il Savoia allenato da Vincenzo Feola. I giganti, dopo un secondo posto finale, arrivano fino alla finale dei play-off perdendo ai rigori contro la Correggese.Nella stagione 2014-2015 l'Akragas riparte con l'intento di vincere il campionato e dopo un inizio travagliato con mister Betta, cambia allenatore scegliendo Vincenzo Feola che il 26 aprile 2015, con due giornate di anticipo e al termine della partita HinterReggio - Akragas finita 1-1, riporta la squadra dei templi nei professionisti dopo 21 anni e con due giornate d'anticipo dal termine del campionato di Serie D. In quanto vincitrice del girone viene ammessa alla poule scudetto, nella quale compie un ottimo cammino: dopo aver vinto il Triangolare 3 eliminando la Fidelis Andria e la Lupa Castelli Romani, vince la semifinale contro la Maceratese; prima squadra siciliana a giocarsi la Finale per lo scudetto, la perde per 5-3 ai calci di rigore contro la Siena, dopo che la partita si era chiusa sul 2-2 al 90'.

AKRAGAS Calcio

Copyright © 2020 ASD Akragas - All Rights Reserved - Web Design by Olonjonson GmbH